Proprietà & Benefici

Quanto costa un litro di olio extravergine d’oliva?

L’olio extravergine d’oliva è uno dei prodotti più utilizzati sulle tavole degli italiani ed è uno dei protagonisti della dieta mediterranea, famosa in tutto il mondo. Trovare un prodotto di qualità, spesso, nasconde inside e inganni e su cui vanno fatte attente valutazioni.

Ci sono tanti fattori che condizionano qualità e varietà di olio extravergine d’oliva, ma non possiamo realmente distinguere un’ottima bottiglia di olio rispetto all’altra.

Nei supermercati è semplice trovare dei prodotti molto economici, ad un prezzo basso, un chiaro segnale che ci troviamo di fronte ad un alimento trattato con agenti chimici.

Il prezzo di un valido olio extravergine d’oliva viene condizionato da diversi fattori. Vediamo insieme quali sono gli aspetti e i requisiti essenziali che dovrebbe avere un buon olio EVO.

Quali fattori influenzano il costo dell’olio extravergine d’oliva?

Cerchiamo di analizzare quali sono i fattori che condizionano il prezzo di una bottiglia di olio extravergine d’oliva e le caratteristiche che lo rendono un alimento degno di essere riconosciuto come elemento cardine della dieta mediterranea

Annata di raccolta

Tra i fattori che possono influire sul prezzo sicuramente troviamo l’evoluzione dell’annata olivicolo-olearia che ha caratterizzato il nostro raccolto. Spesso questo aspetto viene enormemente sottovalutato, in quanto non tutte le annate sono uguali (la precedente, infatti, è stata nettamente in calo rispetto alla raccolta di quest’anno): alcune presentano abbondanza di olive e grandi quantità di olio prodotto, altre possono rivelarsi particolarmente esigue.
In caso di annate positive il prezzo sarà più basso, mentre in presenza di ridotte quantità l’olio extravergine d’oliva subirà un sensibile rincaro dei prezzi.

Formato

Una singola bottiglia di olio extravergine d’oliva da un litro, ad esempio, ha un costo decisamente più elevato rispetto a formati più grandi (5, 10 o 20 litri). Viene naturale pensare che l’imbottigliamento di una singola confezione di olio extravergine d’oliva ha ha un costo superiore rispetto a quello della vendita in latta, spesso utilizzata per il commercio di quantità maggiori.

Metodo di produzione

Il metodo di coltivazione biologico garantisce un olio extravergine d’oliva di indubbia qualità. Questa variabile determina anche il prezzo della bottiglia di olio extravergine d’oliva, che sia essa da un litro o di quantità maggiore, in quanto il metodo biologico ha costi decisamente più alti rispetto ai classici metodi di produzione. 

Ovviamente il metodo di coltivazione biologico non prevede la presenza di trattamenti chimici e ciò espone il coltivatore al rischio di perdere parte del raccolto e la quantità finale di prodotto immesso in commercio sarà sicuramente inferiore a quella che si otterrebbe utilizzando agenti chimici che proteggono le olive da malattie, pur causandone l’abbassamento della qualità e una notevole diminuzione delle proprietà nutritive.

Acidità

Il Regolamento CEE n. 2568/91 stabilisce che l’olio, per avere la denominazione ed essere riconosciuto di qualità extravergine, non deve superare gli 0,8 gradi di acidità. Questa viene misurata in linee, ognuna corrispondente a 0,1 gradi. Detto questo, le migliori annate olivicole-olearie possono produrre olio con acidità minima, quasi del tutto assente.

Costo delle certificazioni

Le migliori varietà di olio extravergine d’oliva ottengono certificazioni DOP, IGP e biologico. Ognuna di esse ha un costo differente, che viene sommato al prezzo di base e determina un innalzamento o un abbassamento del prezzo dell’olio extravergine d’oliva.

Il costo di un litro di olio extravergine d’oliva


Al netto di tutti questi fattori che influenzano il costo medio dell’olio extravergine d’oliva, potremmo acquistare una bottiglia da un litro al prezzo di 7/9 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.